Crauti: proprietà, benefici e come preparare gustose ricette con questo alimento

I crauti sono un alimento che rappresenta una fonte di nutrimento per il nostro organismo, grazie all’elevata quantità di vitamine, minerali che possono svolgere una possibile azione antibiotica naturale. Tipico alimento della cucina tedesca, si ottiene tagliando il cavolo cappuccio finemente e lasciando che si attivi la fermentazione naturale. Andiamo a vedere meglio quali sono le proprietà, i possibili effetti benefici e come prepararli in cucina.

Che cosa sono i crauti?

Il termine crauti deriva dal nome tedesco “Kraut” che significa erba e si riferisce a una varietà di cavolo conosciuta come cavolo acido o cappuccio. Questa varietà possiede delle foglie che una volta tagliate fini, sono sottoposte a un processo di fermentazione lattica naturale della durata di circa 2 mesi. Durante questo processo di fermentazione vengono aggiunti sale, pepe e aromi naturali che possono dare al piatto il suo tipico sapore forte e leggermente acidulo.

Quello che si ottiene da questa lavorazione è un alimento ricco di sali minerali, vitamine e aminoacidi molto utili per la nostra salute e il benessere dell’organismo. I crauti, inoltre possono aiutare a favorire la digestione, a rinforzare la flora batterica intestinale e a svolgere una possibile azione di protezione nei confronti di virus e batteri. Come qualsiasi alimento fermentato, anche i crauti vanno consumati crudi poiché nel corso della cottura andrebbero a perdere parte dei fermenti vivi contenuti al loro interno.

Proprietà e possibili effetti benefici

Grazie all’elevato apporto di vitamine, sali minerali e all’azione dei batteri contenuti nell’acido lattico, i crauti possono essere considerati uno degli alimenti più sani e utili per aiutare a sostenere il benessere dell’intestino. Sono fonte di acido folico e vitamina B9 che può essere utile per aiutare a stimolare l’utilizzo di questa vitamina nell’organismo. Interessante è anche l’apporto della vitamina K.

Durante la fermentazione viene prodotta una sostanza chiamata “colina” che appartiene al gruppo delle vitamine B che può svolgere un’importante funzione nel metabolismo dei grassi nel sangue. Ciò equivale a dire che un consumo regolare di questo alimento può aiutare a migliorare la coagulazione del sangue e la capacità di cicatrizzare i tessuti.

Per questi motivi, il consumo dei crauti può essere un valido aiuto per coloro che soffrono di diabete, in quanto sembra essere in grado di aiutare a diminuire eventuali picchi di zuccheri nel sangue. Uno degli aspetti più importanti di questo alimento è il contenuto probiotico dell’acido lattico. I fermenti, infatti possono impedire la diffusione dei batteri e aiutare a stimolare le funzioni dell’intestino, favorendo l’eliminazione delle tossine attraverso la diuresi. Le fibre presenti, invece possono aiutare a favorire la motilità intestinale e a contrastare la stitichezza cronica. In particolare i crauti:

  • possono aiutare ad aumentare la resistenza dell’organismo allo stress;
  • possono aiutare a contribuire al buon umore;
  • possono aiutare a mantenere in salute i muscoli, l’intestino e il cuore;
  • possono aiutare a rinforzare il sistema immunitario;
  • possono svolgere una possibile azione anti età naturale;
  • possono contribuire alla formazione dei globuli rossi;
  • possono agire positivamente contro l’artrite e i reumatismi;
  • possono aiutare a favorire la disintossicazione dell’organismo;
  • possono aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue;
  • possono aiutare a ricostruire le mucose gastriche e duodenali in presenza di ulcere.

Come preparare i crauti?

Per preparare i crauti in casa occorre procurarsi un cavolo cappuccio fresco e del sale marino. Basta pulire accuratamente il cavolo, eliminando le foglie esterne. Non lavare il crauti perché l’acqua eliminerebbe i batteri che servono per attivare la fermentazione naturale. Taglia il cavolo in quattro parti ed elimina da ogni parte quella centrale, più dura.

Affetta a strisce sottili tutto e sistema il cavolo tagliato all’interno di un contenitore in vetro o in ceramica, aggiungi 20 gr di sale marino ogni mezzo chilo di cavolo. Mescola bene e lascia riposare il tutto per un’ora, in modo che il cavolo appassisca liberando l’acqua nel contenitore.

Questo liquido dovrà essere conservato per le successive fasi. Se dopo un’ora il cavolo sarà ben appassito, pressalo e coprilo con un piatto. Fai in modo che le strisce del cavolo siano completamente ricoperte di liquido. In questo modo puoi porre un peso sul piatto per aumentare la pressione. Sistema il contenitore in un luogo fresco e lascia che la fermentazione agisca per 4-6 settimane. Trascorso questo periodo se il loro sapore sarà acidulo, saranno pronti per essere gustati.

Crauti in padella

In commercio si possono trovare facilmente crauti già pronti in qualsiasi supermercato. Il consumo migliore del cibo fermentato è a crudo. Quindi, il consiglio è quello di rispettare questa tradizione ed evitare così di fare perdere i nutrienti contenuti all’interno con la cottura.

Si tratta di un alimento che viene preparato per essere consumato da solo oppure come contorno di carni rosse e bianche. In questo caso, si possono abbinare altri ingredienti come la cipolla bianca o un mix di verdure di stagione. Se preferisci prepararli in padella e consumarli come contorno, saranno necessari:

  • una cipolla;
  • 3 cucchiai di olio o una noce di burro;
  • un bicchiere di vino, brodo oppure acqua;
  • un po’ di sale.

Scola i crauti e trita finemente la cipolla, lasciandola soffriggere per qualche minuto con l’olio in una padella antiaderente. una volta dorata uniscila ai crauti scolati e fai rosolare tutto per qualche minuto, mescolando con cura ogni tanto. Sfuma il tutto con il vino bianco e continua la cottura a fiamma bassa, lasciando che il liquido evapori. Aggiusta di sale e pepe, servili in tavola ancora tiepidi.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi