Origano: come si utilizza? Proprietà e possibili effetti benefici

L’origano è una spezia conosciuta nella cucina mediterranea e una delle piante aromatiche più apprezzate dall’uomo. La pianta veniva già utilizzata nei tempi antichi nella medicina popolare, e oggi impiegata sia in cucina che come ingrediente di numerose formulazioni interne di prodotti di cosmetica e di erboristeria.

La pianta di origano contiene al suo interno una serie di proprietà che sembrano avere un possibile effetto benefico sul nostro organismo. Scopriamo insieme quali sono le proprietà, i possibili effetti benefici e controindicazioni e soprattutto le modalità di utilizzo.

Proprietà e possibili benefici dell’origano

L’origano è una pianta aromatica molto conosciuta fin dai tempi degli antichi Greci e in tutto il mondo, per via del suo caratteristico profumo intenso e per le sue numerose presunte proprietà che sembrano avere dei possibili effetti benefici sul nostro organismo. Come prima cosa, l’origano sembra possedere possibili proprietà che possono essere utili per aiutare a proteggere il nostro corpo da malattie respiratorie.

Le sue possibili proprietà antisettiche, antispasmodiche e analgesiche naturali lo rendono un buon rimedio naturale che può aiutare a contrastare i parassiti intestinali e i dolori mestruali, se assunto in concomitanza alle terapie farmacologiche. Infatti, le tisane a base di questa spezia possono essere consumate in presenza di mestruazioni dolorose per aiutare ad alleviare il dolore.

Le sue proprietà sembrano essere legati ai suoi principi attivi che variano in funzione del periodo in cui viene raccolto l’origano. Nello specifico i veri responsabili delle possibili proprietà benefiche sembrano essere i fenoli: il timolo e il carvacrolo. Il primo sembra avere una possibile proprietà antisettica e vermifuga naturale, il secondo invece, è utilizzato spesso come ingrediente di prodotti cosmetici. In particolare:

  • grazie alla presenza al suo interno della vitamina A e C viene utilizzato come possibile rimedio naturale in caso di mal di gola o per disturbi legati allo stomaco;
  • può aiutare a contrastare l’azione svolta dai radicali liberi, grazie alla presenza al suo interno degli omega 3, della vitamina A e C. L’origano può essere utile per aiutare a contrastare malattie cardiache o di natura degenerativa, tanto che numerosi medici e nutrizionisti lo consigliano all’interno di una sana alimentazione affiancata a una regolare attività fisica e alle dovute terapie farmacologiche;
  • può aiutare a contrastare dolori muscolari, mal di denti, mal di testa grazie alla presenza del ferro, della vitamina C, omega 3;
  • può svolgere una possibile azione antisettica naturale, grazie ai suoi principi attivi e alla presenza dei sali minerali oltre che delle vitamine;
  • può aiutare a rinforzare le difese immunitarie, a proteggere l’organismo da infezioni e altri disturbi. In quanto spezia non si deve eccedere con i dosaggi consigliati;
  • può aiutare a facilitare la digestione se assunto sotto forma di infuso anziché come spezia;
  • può aiutare a contrastare gli attacchi di asma e a favorire la respirazione, assunto come tisana.

Modalità di utilizzo dell’origano

La pianta dell’origano trova impiego in cucina come aroma per diversi secondi piatti oltre che contorni a base di verdure. Si possono anche preparare bevande come decotti e infusi o utilizzare l’origano per fare suffumigi. In particolare l’origano viene utilizzato:

  • in cucina: per molto tempo è stato uno tra gli ingredienti essenziali utilizzati per il condimento della pizza. I pizzaioli lo aggiungevano al pomodoro perché molto aromatico e per insaporire sia alimenti che salse. L’origano si abbina perfettamente con il pesce, come l’orata al forno, con le verdure e con la carne. Le verdure gratinate al forno con l’origano sono una delizia per il palato così come la carne alla pizzaiola;
  • gargarismi: l’infuso di origano può essere utile per l’igiene orale, per aiutare a contrastare l’alito cattivo. Si può preparare in alternativa, un decotto con i fiori di origano;
  • suffumigi: per aiutare a liberare il naso dal muco o per sciogliere il catarro, i suffumigi possono essere un ottimo rimedio naturale, che non sembra avere particolari controindicazioni se praticato in modo corretto e seguendo i consigli del proprio medico. Basta solamente inalare i fumi che fuoriescono dalla pentola d’acqua e coprirsi con un asciugamano. Nell’acqua si possono aggiungere i fiori della pianta. Per aiutare a migliorare il possibile effetto benefico è consigliato utilizzare l’olio essenziale in quantità ridotte;
  • vasca da bagno: si tratta di un rimedio naturale che viene consigliato per aiutare a rilassare e tonificare il corpo. In entrambi i casi, basta riempire la vasca di acqua calda e versare qualche goccia di essenza di origano o in alternativa, un decotto a base di origano.

Olio essenziale di origano

L’olio essenziale di origano viene estratto dalla lavorazione delle foglie della pianta e utilizzato in cosmetica come possibile ingrediente di numerose formulazioni naturali. I prodotti che contengono l’olio di origano sono indicati per applicazioni locali sulla pelle. L’olio viene considerato un buon alleato delle vie respiratorie, in quanto può essere utile per aiutare a contrastare l’asma.

Come si realizzano l’infuso e il decotto di origano?

L’origano è una pianta aromatica che viene consigliata non solo per aiutare il corpo a rilassarsi ma anche per aiutare a contrastare sintomi influenzali come mal di gola, raffreddore e problemi gastrointestinali. L’infuso viene largamente utilizzato per l’igiene orale aggiungendo un cucchiaino di origano essiccato a una tazza di acqua bollente.

Il composto va lasciato alcuni minuti in infusione per poi essere filtrato e tappato prima dell’utilizzo. Può essere utile anche come rimedio naturale per problemi intestinali, se assunto in affiancamento alle necessarie ed eventuali terapie farmacologiche.

Per quanto riguarda il decotto, il procedimento è il medesimo della preparazione dell’infuso. In questo caso però, la spezia non va aggiunta dopo ma fatta bollire direttamente nel pentolino con l’acqua. La quantità di origano è sempre un cucchiaino e il tempo necessario di infusione è di tre minuti. Il decotto può essere utile per aiutare ad allontanare lo stress. 

Controindicazioni e possibili effetti indesiderati

L’origano è una pianta che può essere utilizzata sia come spezia che come ingrediente in cosmetica. Non sembrano essere state evidenziate particolari controindicazioni a seguito di un utilizzo secondo i dosaggi consigliati dagli esperti. Nonostante ciò però, si possono manifestare in coloro che soffrono di allergie o intolleranze al principio attivo dei possibili effetti indesiderati. Si sconsiglia l’assunzione se si soffre di reflusso gastroesofageo e se si assumono alcuni farmaci. 

L’olio essenziale invece, è controindicato per i bambini, durante l’allattamento. L’essenza inoltre, può essere irritante per la pelle oltre che tossica. Come tutti gli oli essenziali si raccomanda di diluire l’olio di origano con un altro olio vegetale prima dell’utilizzo.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi