Quali sono le proprietà della carne di pecora? Caratteristiche e controindicazioni

La pecora è un animale diffuso in tutto in tutto il mondo ad esclusione di alcuni territori dell’America meridionale. La carne che si ricava da questo esemplare femmina, è molto pregiata, con un sapore e odore che ricordano quello della carne di agnello nonostante sembra essere più intenso.

Le proprietà di questa carne cambiano a seconda dell’età dell’animale. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche e che tipo di controindicazioni può avere la carne di pecora.

Differenza tra la carne di pecora e di agnello

Con il termine pecora ci si riferisce ai mammiferi della famiglia dei Bovidi, una specie selvatica che comprende razze diverse diffuse in tutto il mondo tranne che nelle regioni artiche e nell’America meridionale. Nell’uso comune, con l’appellativo di pecora si intende l’animale femmina, con il nome montone si indica il maschio adulto e con quello di agnello l’animale più giovane di ambo i sessi fino a un anno di età.

La carne di pecora adulta a seconda dell’età dell’animale può avere proprietà diverse, ma con un inconfondibile sapore e odore più intenso, che ricordano la carne di agnello. Per agnello si intende invece, un esemplare di età non superiore a un anno di pecora femmina oppure di ariete maschio, meglio conosciuto come montone. L’agnello è un animale erbivoro soggetto ad allevamento e macellato in età giovane per la produzione della carne.

L’agnello, proprio come la carne di pecora è un alimento ricco di proteine, con elevato valore biologico e vitamine del gruppo B. Possiede una carne molto apprezzata dagli amanti della carne ovina per il gusto più intenso rispetto ai suini e bovini e poco apprezzata da coloro che invece non gradiscono il gusto e l’aroma tipico dell’animale. Rispetto alla pecora, al castrato e al montone, la carne di agnello è senza dubbio quella più delicata.

Proprietà e possibili effetti benefici

La carne di pecora contiene una buona quantità di ferro, proteine fondamentali per il trasporto dell’ossigeno a organi e tessuti, potassio invece per consentire il funzionamento dei muscoli, del cuore e per la trasmissione degli impulsi nervosi. La carne di pecora possiede numerosi vantaggi:

  • una bassa percentuale di grassi;
  • un’elevata quantità di vitamine, ferro e potassio.

Proprio per le sue proprietà nutrizionali, il consumo della carne di pecora viene consigliato all’interno di una dieta sana ed equilibrata. La carne rossa viene spesso sconsigliata per via dell’apporto calorico e della quantità di grassi che contiene. Tutto dipende sempre dalla quantità che se ne assume, ma all’interno di un regime alimentare sano e controllato da un nutrizionista, la carne di pecora si può consumare in tranquillità.

Anche la carne di agnello viene apprezzata per le sue sostanze nutritive, il ferro, lo zinco, le proteine, il selenio e la niacina. Questo tipo di carne è ricco di Omega 3, antiossidanti e acido folico che trasmette, una volta consumata al nostro organismo. Grazie alla presenza della niacina può essere un valido supporto per proteggere l’organismo da patologie come il morbo di Alzheimer. Il suggerimento degli esperti è quello di consumare le carni rosse senza mai esagerare e chiedere sempre consiglio a nutrizionisti e dietologici.

Come cucinare la carne di pecora?

La carne di pecora, come abbiamo detto, ha un sapore molto intenso e per esaltarne il gusto può essere cotta sia alla griglia che sulla graticola, ma anche sul fuoco del camino. Fai attenzione a non bruciacchiare troppo la carne, in quanto gli alimenti bruciati fanno male alla salute.

Un altro modo per cuocere la carne è sulla pietra ollare o sulle pentole di pietra. Questo tipo di cottura non interferisce con le proprietà degli alimenti ed evita la fuoriuscita dei succhi, aiutando così a mantenere intatto il sapore originale della carne. La carne di pecora è ricca di vitamine, ferro e potassio una caratteristica che consente di consumare questo alimento all’interno di regimi alimentari finalizzati al dimagrimento. Il consiglio è quello di non condirla o salarla troppo.

Controindicazioni della carne di pecora

La carne di pecora adulta viene spesso sostituita con quella di agnello o di castrato. Essendo una qualità di carne abbastanza grassa, non sempre è facile da digerire. Meglio evitare il consumo quando si soffre di problemi legati all’apparato digerente oppure di problemi legati all’apparato cardiovascolare. La carne di pecora, inoltre è fonte di purine ovvero delle sostante che possono essere responsabili dell’insorgenza di calcoli renali e gotta. Il consumo di questa carne è pertanto sconsigliato a chi soffre di queste patologie.

Dove acquistare la carne di pecora?

La carne di pecora è un tipo di carne che può essere acquistata in qualsiasi macelleria di fiducia oppure al supermercato nel reparto della carne ovina. Anche online ci sono numerosi store che consentono alla clientela di scegliere i tagli di carne preferiti e di ricevere comodamente a casa la propria spesa. Il nostro consiglio è quello di rivolgerti a una macelleria di tua fiducia così da essere sicuro di portare in tavola solo alimenti di qualità.

Lascia un commento