Prosciutto di San Daniele: la stagionatura, la storia e le ricette, prezzo

Chi cerca un prosciutto di qualità, DOP, e soprattutto di produzione Italiana, sa di potersi affidare al prosciutto San Daniele. Si tratta di un prosciutto Crudo, stagionato, e prodotto a denominazione di origine protetta. Le sue caratteristiche, infatti, nonché il suo gusto unico, sono dovuti al particolare ambiente geografico dove viene prodotto.

Solo le cosce di maiale con determinate caratteristiche, infatti, sono destinate a diventare prosciutto San Daniele. Innanzitutto, vengono selezionati solo animali di origine romagnola, toscana, lombarda, veneta, e piemontese. Vengono, inoltre, utilizzati anche maiali di regioni quali Friuli Venezia Giulia, Lazio, Abruzzo, Marche, e Umbria. La scelta dei luoghi è data anche dal fatto che vige il divieto assoluto di congelamento delle carni, e che queste devono raggiungere la città del Friuli nel più breve tempo possibile per preservare la loro freschezza.

La produzione del celebre prosciutto crudo è autorizzata solo a 31 aziende aderenti al consorzio, e locate nel comune di San Daniele, un comune del Friuli che sorge sulle prime alture delle prealpi.

La storia del San Daniele

Il prosciutto San Daniele nasce in epoca pre-romana, quando si cominciarono a sperimentare particolari condizioni climatiche in territorio friulano. Inoltre, già in quell’epoca si sfruttava il potere del sale per conservare le carni di maiale.

Il prosciutto San Daniele diventa sempre più diffuso e rinomato, tanto che in epoca feudale veniva usato come dono per i proprietari terrieri, oltre che come cibo di scambio tra le diverse città. Nel ‘700 vi sono poi delle prime notizie della circolazione del prosciutto in europa, e in particolare di una spedizione di San Daniele in Austria. Cento anni dopo diverrà riconosciuto come prodotto tipico, e nei primi anni del ‘900 nascono i primi prosciuttifici del San Daniele.

Prosciutto San Daniele: la preparazione del prosciutto crudo DOP, e la sua stagionatura

Dopo la macellazione del maiale, la coscia viene marinata con sale marino, e non vengono aggiunti né conservanti, né additivi chimici. in poco tempo, il prosciutto raggiunge la città di San Daniele, dove affronterà la stagionatura. La stagionatura deve avvenire necessariamente a San Daniele poiché lì vi sono i giusti venti favoriti dalle Alpi Carniche, che permettono una stagionatura ottimale. La preparazione è quindi determinata da pochi passi, ma essenziali. Inoltre, il microclima della zona donano al prosciutto quel tipico sapore di freschezza del prosciutto.

Il ciclo produttivo dell’affettato, stagionatura compresa, dura non meno di 13 mesi. Le cosce arrivano a pesare anche più di 12 chili, e devono provenire essenzialmente da animali sani, e non provenienti da allevamenti intensivi. La coscia viene lavorata nei pressi di San Daniele, proprio per permettere alle carni di assorbire tutte le qualità apportate dal microclima locale.

Prosciutto San Daniele protagonista di ricette gourmet

  • Tagliolini al San Daniele:

Si tratta di una ricetta semplicissima, realizzabile in pochi passi: in una padella rosolare il prosciutto San Daniele con olio e pepe, e poi aggiungere la panna da cucina, acqua bollente salata, e i tagliolini a secco. Solo quando la salsa sarà diventata omogenea i tagliolini saranno pronti, e potrete servire con un po’ di grana, e semi di papavero.

  • Involtini al San Daniele:

Il prosciutto San Daniele non è soltanto un ingrediente per farcire panini, pizze, o da coricare su taglieri tradizionali, è un ottimo prodotto da aggiungere a piatti gourmet, per fare bella figura con i propri ospiti. Con questo prosciutto, infatti, si possono preparare degli strepitosi involtini, rapidi ma squisiti. Per prepararli è sufficiente tagliare apezzetti dei pomodorini, togliere i semi, e mescolarli a della ricotta fresca. Aggiungere poi delle foglioline di menta fresca, e dei pezzetti di erba cipollina. Infine, spalmare il composto ottenuto sulla fetta di San Daniele, ed arrotolare. Il risultato sarà un antipasto fresco e saporito, per intrattenere i propri ospiti nell’attesa della prima portata.

Prosciutto San Daniele: acquisto e prezzo

Il Prosciutto San Daniele può essere acquistato presso qualsiasi supermercato, negozio di alimentari, salumeria, direttamente dai produttori o tramite gli store digitali. Il prezzo del prosciutto DOP varia a seconda del peso e della stagionatura e si attesta intorno ai € 33,87 al Kg.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi