Ecco quali sono i prodotti DOP IGP più richiesti al mondo

Il made in Italy è considerato nel resto del mondo una garanzia di prodotti di qualità a marchio DOP e IGP, una vera e propria eccellenza della produzione agroalimentare. L’Italia, infatti, è il paese europeo con la maggiore produzione di prodotti agroalimentari riconosciuti dall’UE. Si tratta di prodotti come salumi, formaggi, pasta, olio e vino.

Una delle principali caratteristiche per cui viene riconosciuto il nostro paese è proprio il fatto di essere il paese in cui si mangia e beve per eccellenza. I prodotti italiani che riportano il marchio DOP e IGP sono sempre più amati, sia nel nostro paese che nel resto del mondo. Il made in Italy è diventato uno sponsor mondiale anche nel mondo del gelato.

Significato del marchio DOP e IGP

L’Italia è il primo paese al mondo che offre una vasta gamma di prodotti tipici regionali e locali. Per quanto riguarda la produzione di salumi e insaccati siamo il primo paese al mondo, mentre per la produzione casearia siamo secondi alla Francia. In questi anni si sta cercando di tutelare il più possibile il made in Italy dall’invasione del mercato cinese. La strada sembra essere ancora lunga ma i legislatori stanno mettendo in campo nuove strategie per il consumatore e il produttore, affinché siano sempre più tutelati e sicuri di acquistare prodotti di qualità.

Le classificazioni di origine protetta, le specialità tradizionali delle nostre regioni sono garantite da un simbolo di qualità, ma esistono ancora oggi piccole realtà produttive che vogliono mantenere la propria originalità senza aderire a un’etichetta specifica.

Nel mercato globalizzato in cui le diciture riportate sugli alimenti possono ingannare, si deve necessariamente capire il significato dei simboli e marchi. Occorre quindi, affidare il consumo dei prodotti a produttori che siano sempre più conosciuti e diffidare dalle imitazioni. Leggete sempre le etichette che indichino la tracciabilità del prodotto che state acquistando.

DOP

Quando acquistiamo un prodotto al supermercato leggiamo sulle etichette alcune sigle o diciture, come appunto DOP e IGP. Ma non tutti sanno cosa realmente significhino. La sigla DOP sta per “Denominazione di Origine Protetta”, ovvero indica un prodotto appartenente a una regione e nello specifico a un paese, le cui qualità e peculiarità sono esclusivamente legate all’ambiente geografico in cui viene prodotto.

Per “ambiente geografico” si intendono sia i fattori naturali come il clima, che quelli umani come le tecniche di produzione artigianale. Questi fattori, combinati tra di loro consentono di ottenere prodotti che sono esclusivi e inimitabili al di fuori della zona in cui sono prodotti.

Tutte le fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione del prodotto devono avvenire all’interno del territorio circoscritto. Il marchio DOP quindi, serve a tutelare il prodotto anche al di fuori della regione di appartenenza, ovvero in tutto il territorio europeo mediante accordi con il WTO, per estendere la tutela al resto del mondo. 

I prodotti che riportano il marchio DOP sono vini, formaggi, olio, carne, pesce e varie specialità gastronomiche come il Grana Padano, Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e Mozzarella di Bufala Campana. Tutti i prodotti DOP possiedono un bollino di colore giallo/rosso che riporta la scritta “Denominazione d’Origine Protetta”.

IGP

La sigla IGP sta per “Indicazione Geografica Protetta”. Questa, identifica un prodotto le cui peculiarità sono legate all’area geografica a cui appartiene. In questo caso, però, a differenza della sigla DOP basta solamente che una delle tre fasi di produzione, trasformazione o elaborazione si svolga all’interno dell’area geografica.

Un prodotto a marchio IGP può essere preparato in un’area geografia anche con una materia prima proveniente da un altro luogo. In Italia i prodotti a marchio IGP più conosciuti e apprezzati sono: l’aceto balsamico di Modena, la mortadella Bologna e la bresaola della Valtellina. Questi sono identificati attraverso un bollino di colore giallo/blu che riporta la dicitura “Indicazione geografica Protetta”.

I prodotti DOP – IGP più apprezzati

I prodotti alimentari made in Italy che sono sempre più apprezzati nel mondo e nel nostro paese sono: 

Le regioni più apprezzate

I prodotti agroalimentari italiani DOP e IGP più apprezzati, pertanto, sono quelli delle zone del Nord Italia appartenenti alle regioni del Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Toscana, anche se la Campania sta iniziando ad acquistare successo. Per quanto concerne la produzione del vino le regioni in cima alle classifiche di apprezzamento sono: Veneto, Toscana, Piemonte, Puglia, Sicilia ed Emilia Romagna. 

Treviso, Parma e Verona sono invece, le città che piano piano stanno avendo successo, insieme alle città dell’Emilia Romagna, con Parma in testa, quelle della Lombardia, seguite da Udine, Bolzano e Caserta, unica città del sud Italia. Il cibo DOP e IGP italiano sembra essere anche amato all’estero, soprattutto in Germania, Stati Uniti e Francia.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi